Il grande Clint, icona del cinema

Il grande Clint, icona del cinema

11 aprile 2016,   By ,   0 Comments

Il Cineforum in inglese di Cre-ta vi aspetta ogni martedì (fino  giugno) per condividere pellicole, momenti indimenticabili della storia del cinema e allenare il proprio inglese assieme! Prima delle proiezioni la Wall Street English School propone delle attività in preparazione alla serata tutta in inglese!

Questo mese Il posto delle fragole, il Cineforum di Cre-ta rende omaggio ad un icona del cinema, Clint Easwood. Il mitico Clint è uno dei cineasti contemporanei tra i più amati dal pubblico internazionale: nel corso dei decenni, durante una carriera sul set lunga sessant’anni (il suo debutto risale al 1955, nel b-movie sci-fi LA VENDETTA DEL MOSTRO), Eastwood ha vestito i panni di personaggi diventati parte integrante della storia del cinema, figure leggendarie che costituiscono l’asse portante dell’immaginario collettivo. Dal taciturno pistolero biondo della trilogia del dollaro di Sergio Leone che segnò la svolta fondamentale della sua vita professionale, fino al roccioso Ispettore Harry Callaghan impersonato ben cinque volte a partire dal 1973, passando per il fuggiasco Frank Morris (FUGA DA ALCATRAZ, 1979) ed il romantico fotografo Robert Kincaid (I PONTI DI MADISON COUNTY, 1995), Clint Eastwood è una vera e propria leggenda vivente del cinema.

L’ESPERIENZA DA REGISTA

La sua esperienza in veste di regista corre parallela e spesso si sovrappone a quella di attore: l’esordio di Clint Eastwood dietro la macchina da presa è il thriller BRIVIDO NELLA NOTTE (1971). A questo film ne sono seguiti molti altri: ad oggi, Clint Eastwood ha diretto ben trentaquattro pellicole e, considerando anche i lavori in cui non risulta accreditato, ne ha interpretato sessanta. Finora, Eastwood ha affrontato pressoché tutti i generi cinematografici con piglio concreto ed essenziale, asciutto e profondo come il suo inconfondibile volto: appresa la lezione dei grandi maestri che l’hanno diretto, da Leone (che per lui coniò l’ingenerosa ma non troppo fallace battuta: “Eastwood a quell’epoca aveva solo due espressioni: con il cappello e senza cappello“) a Don Siegel, ha saputo mettere mano, rielaborandolo ancora una volta, al genere western, al road movie, al film biografico, al thriller ed alle pellicole di fantascienza, mostrando senza remore e in diverse occasioni il proprio lato più sensibile ed una grandissima attenzione per l’universo femminile e quello dell’infanzia. Eastwood ha vinto ben cinque premi Oscar, con una memorabile doppietta Miglior Film – Miglior Regia nel 1993 (GLI SPIETATI) e nel 2005 (MYSTIC RIVER).

Per vedere il programma completo del cineforum basta registrarsi ed accedere qui!

Vi aspettiamo ogni martedì sera a Cre-ta e passate parola!

 Alcune note sono tratte da “I Magnifici 7 – Clint Eastwood alla regia” di Stefania – www.nientepopcorn.it