Facce da coworkers #2: Portrait Eyewear

Facce da coworkers #2: Portrait Eyewear

05 Luglio 2017,   By ,   0 Comments

Cosa c’è dietro un marchio indipendente che crea occhiali artigianali  e che strizza l’occhio all’ arte contemporanea? Semplice, i fratelli Gabriel e Valentina Hernandez. E noi siamo felici di presentarveli.

Design, sostenibilità ambientale e sociale, valorizzazione dell’handmade e del sapere artigiano: sono solo alcuni dei valori di cui il marchio Portrait  Eyewear, che disegna e produce occhiali dalle linee  uniche e particolarissime, si fa portavoce. Una startup innovativa nata dall’idea di due fratelli, Gabriel e Valentina Hernandez, per metà venezuelani e per metà spagnoli, che Cre-ta ha il piacere di ospitare da dicembre 2016.
Portrait è innovazione, arte, creatività e tanta, tantissima attenzione alla realtà sociale: un occhiale sì di lusso, ma allo stesso tempo capace di valorizzare la tradizione artigianale del territorio veneto e il Made in Italy.

L’avventura di Portrait inizia ufficialmente nel 2015, quando il marchio partecipa alla fiera DATE di Milano e viene lanciato il prodotto sul mercato, prima solo online ( gli occhiali  sono acquistabili anche nel sito ufficiale Portrait) e  poi anche nei negozi di ottica indipendenti, sia  in Europa che negli USA.

“L’idea di Portrait però nasce prima, nel 2013- spiega Valentina-  sia io che Gabriel sentivamo l’esigenza di costruire qualcosa di nostro, di iniziare un nuovo percorso personale e professionale. Entrambi provenienti  dal mondo del design, abbiamo deciso di dare vita al nostro marchio indipendente. Nello stesso anno abbiamo fatto un prelancio realizzando un video di presentazione e dei prototipi, e dando il via ad una campagna di crowfunding. Le idee erano chiare, la sfida accattivante: creare una collezione che fosse in grado di parlare di unicità, l’occhiale infatti  deve valorizzare il viso ed esprimere la personalità di chi lo indossa. Da qui il nostro payoff “Frames the artist in you”, che ben descrive la nostra filosofia”.

Come mai il nome Portrait? Ce lo spiega Gabriel: “Da sempre  sono un appassionato di fotografia e specializzato nei ritratti, da qui quindi il nome Portrait . Non solo: quando abbiamo deciso di fondare la nostra startup  abbiamo fatto una ricerca di mercato e abbiamo notato che c’erano tantissimi marchi indipendenti, ma una continua ripetizione di linee e design. Volevamo realizzare qualcosa di diverso, qualcosa che avesse personalità e che fosse capace di sottolineare le peculiarità di chi indossa i nostri occhiali. É anche per questo che abbiamo scelto come testimonials degli artisti  emergenti  e non modelli convenzionali, sottolineando il forte legame di Portrait con l’arte contemporanea”.

Come sono arrivati i fratelli Hernandez a Cre-ta ce lo raccontano loro:
“A dicembre 2016 abbiamo ospitato alcuni tirocinanti del corso di laurea in Design Industriale dell’Università di Bologna e avevamo bisogno di uno spazio in cui poter lavorare con loro. Cre-ta  rappresentava la soluzione ideale, perché oltre ad essere un coworking è un luogo dove si respira creatività. A dirla tutta la nostra doveva essere una presenza temporanea, giusto il tempo dello stage, ma abbiamo cambiato idea ed eccoci ancora qui. Questo perché lavorare in coworking  è risultato essere molto più utile di quanto pensassimo: avere una scrivania qui aiuta a mantenere un rapporto sano con il lavoro,  perché hai una tua dimensione, un tuo spazio, e allo stesso tempo interagisci con gli altri coworkers scambiando opinioni, competenze, risorse. E poi, come detto sopra, il luogo stesso parla di creatività (il nome Cre-ta, infatti, significa creatività più talento, e vuole  ricordare proprio la creta, che viene plasmata da mani talentuose ndr): siamo stati intervistati da alcune testate giornalistiche e blog proprio qui, in questo spazio, e il risultato è stato ottimo. E poi, quale posto migliore per ospitare la nostra startup, che crede fortemente nell’unicità e nell’arte contemporanea?”

Noi, ovviamente, speriamo che la strada di Valentina e Gabriel si intrecci ancora a lungo con quella del nostro cowoking,  e che Portrait continui ad essere per molto tempo ancora sinonimo di unicità e creatività.

portraiteyewear.com/
www.facebook.com/portraiteyewear/
www.instagram.com/portraiteyewear/