Facce da coworkers #13: Marco Bolzan

Facce da coworkers #13: Marco Bolzan

24 luglio 2018,   By ,   0 Comments

Creativo come un’artista, preciso come un commercialista: sono queste le parole che meglio descrivono Marco Bolzan, founder di Blank. e, da pochi mesi, coworker di Cre-ta. 

Marco è un designer: una volta individuato il messaggio che un’azienda vuole trasmettere ai suoi interlocutori, lo traduce in segni, forme e colori creando la strategia di comunicazione, in sintonia con il brand.

“Ho iniziato con numerosi stage e con la comunicazione offline, per poi specializzarmi in quella online- spiega Marco-. Sono rimasto per sei anni in una web agency, occupandomi solo ed esclusivamente di design. Poi mi sono spostato in un’altra agenzia, che al contrario trattava solo la comunicazione offline. Qui si aveva la necessità di innovare e di aprirsi al mondo del web. In questo caso, però, mi sono occupato anche della gestione dei progetti, dal preventivo al contenuto, fino alla realizzazione completa”.

Ed è qui che Marco capisce che è ora di spiccare il volo da solo: “Sentivo la necessità di creare qualcosa di mio. Avevo voglia di essere libero nel pensiero, di flessibilità, di mettermi alla prova; avevo acquisito tutte le competenze necessarie per poter gestire un progetto in totale autonomia. Non basta la creatività, è necessario anche un pensiero un pensiero accurato e preciso per decollare sul serio. Sii creativo come un artista e preciso come un commercialista, appunto”.

Il 2018 è quindi l’anno della svolta, l’anno in cui Marco decide di dare vita al suo progetto, Blank.: “Ci pensavo già da un po’, ma prima volevo essere sicuro che la mia idea funzionasse e che fosse strutturata in maniera precisa e funzionale. Blank. si occupa di comunicazione, una rete di persone capaci di riempire il vuoto presente nei vari settori delle aziende con idee uniche. Non si tratta di un’agenzia di comunicazione in senso stretto, ma piuttosto di persone mosse dalla volontà di creare qualcosa di nuovo, di ispirare e di lasciarsi ispirare dall’incontro con altri professionisti e realtà differenti”.

Continua Marco: “Ho scelto il nome Blank. quando, dopo un periodo della mia vita in cui mi sentivo vuoto (blank in inglese significa vuoto, ndr), ho capito quali erano i pilastri importanti per me, ciò che riempiva la mia esistenza: famiglia, amici, lavoro. Ecco che dal vuoto totale da cui mi sentivo circondato stava nascendo qualcosa di prezioso, di totalmente mio”.

Poco dopo entra a far parte di Blank. anche Simone Lunardon, amico prima e socio del progetto poi: “Simone stava realizzando una serie di interviste ad imprenditori del territorio. I video avevano lo scopo di ispirare le persone, di far capire loro quali sono le idee, i valori che fanno nascere e che portano al successo un’impresa. Simone aveva bisogno di dare concretezza alla sua idea, io cercavo una persona con un approccio umanista: il connubio era perfetto, ed eccoci qui”.

E dove potevano parlarne i due, se non seduti in un aereo, circondati dal vuoto? “In viaggio verso Barcellona per una vacanza, abbiamo concretizzato la nostra idea: a partire da quel volo, ogni lunedì ci troviamo per discutere di Blank. e per far crescere il progetto”.

Marco è arrivato a Cre-ta a marzo 2018, grazia alla conoscenza di alcuni dei coworkers già presenti: “Devo dire che all’inizio pensavo a Cre-ta come luogo dove vedere i clienti e non come spazio di lavoro vero e proprio, ma una volta arrivato qui ho capito che potevo starci anche per realizzare la parte creativa. Questo è un posto sereno, che stimola il pensiero e non solo: qui posso incontrare figure professionali diverse, posso capire quali sono i settori d’interesse. L’esempio lampante è proprio il fatto che alcuni dei coworkers sono già parte del team di Blank..Si tratta di persone che ho conosciuto qui a Cre-ta, che ho trovato interessanti e con cui ho attivato delle collaborazioni”.

Blank. sta quindi crescendo di giorno in giorno, grazie anche all’apporto di Cre-ta e dei suoi coworkers. Dunque lunga vita al vuoto, se riempito di creatività e precisione.