Tavoli Tra.volti

Tavoli Tra.volti

By ,   No tags,   0 Comments
Tavoli Tra.volti

Che cos’è un tavolo? Quante volte la nostra vita di fronte ad un tavolo è mutata drasticamente? Che cos’è un tavolo? Un punto d’ incontro? Un’ isola di salvezza? Un porto ospitale? O una bariera? Un limite invalicabile? Un’ossessione o ancora la nostra gabbia dalle sbarre d’ oro?

Aprile, un grande viaggio

Un mese intenso per il collettivo Ri.scatto. Ha partecipato a 4 eventi facendo emergere quei sentimenti comuni che riflettono la vera natura del collettivo; La libera espressione di ognuno , l’ apertura a nuovi fronti , l’amore per l’Arte.
Tematiche diverse hanno preso vita, tra colori, note e parole: Da alcuni “pezzi di carne” ad ogni tipologia di viaggio, il tutto posto al pubblico in un’ unità in cui colori, note e parole che, a contatto tra loro, hanno dato vita a qualcosa di unico e nuovo sia per il fruitore che per gli esecutori.
Un periodo di crescita , condivisione e forte unità che sarà frutto di nuovi stimoli,  idee e situazioni che si presenteranno ben presto al pubblico prossimamente.

Il più grande attacco alla superficialità

Tentativo di critica interna.

Il conoscere personalmente l’artista può dare, allo spettatore e all’autore stesso, una visione più responsabile del suo operato.


Anasse: poeta e saxofonista, rappresentante attivo di Ri-scatto e partecipante all’evento di presentazione tenutosi il 27 febbraio a Cre-ta.

Eccoci, RI.SCATTO.

By ,   No tags,   0 Comments
Eccoci, RI.SCATTO.

Si è presentato al pubblico la sera di sabato 27 Febbraio, il neo-nato collettivo artistico RI.SCATTO.

Nato da un gruppo di ragazzi che condividevano la stessa passione per l’ arte, la musica e la poesia, le quali hanno permesso loro di formare relazioni talmente forti, che non potevano non sfociare nella creazione di un collettivo. Già da un pò di tempo circolava nelle menti dei componenti la consapevolezza della necessità di qualcosa che potesse dare l’ opportunità di dialogare con le persone attraverso l’ arte. C’ era la necessità di dare voce a tutte quelle piccole realtà di artisti e creativi che singolarmente non potevano emergere in superficie, divenne quindi una necessità unirsi e sommare le singole forze per dare vita a qualcosa che potesse avere un impatto nella realtà.